ruenfrdeites

la storia di IKEA

"Senza il lavoro diventa un piacere inferno" - Ingvar Kapmrad.

5 1 1 1 1 1 Valutazione 5.00 (1 Vote)

A proposito della sua azienda di famiglia Ingvar Kamprad ha detto in un'intervista al quotidiano Handelsblatt Walter PELLINGHAUZENU.

La preoccupazione svedese di fama mondiale IKEA è impegnata nello sviluppo, produzione e vendita al dettaglio di mobili, articoli per la casa e accessori per la casa attraverso la propria rete di vendita.

- Il signor Kamprad, il mondo intero sta cercando di indovinare le dimensioni della sua condizione. Alcuni credono addirittura che nel 2006 anno eri l'uomo più ricco del mondo. È vero?

- Forbes Magazine mi ha nominato uno dei tre persone più ricche del mondo, dopo il fondatore di Microsoft Bill Gates e il guru finanziario Warren Buffett. E 'molto lusinghiero.

- La vostra azienda fa buon profitto?

- Prima di tutto ci assumiamo la responsabilità sociale. Quest'anno abbiamo in programma di creare 10 mille. Nuovi posti di lavoro. Investiamo un sacco di soldi nell'economia cinese. I nostri prodotti migliorano la qualità della vita della popolazione. Allo stesso tempo, non pensiamo a quando il nostro investimento porterà il suo primo profitto. Quello che stiamo facendo ora in Cina, abbiamo implementato in 90-zioni in Russia. E in 1998, non abbiamo lasciato durante la crisi economica, la Russia, anche se quasi tutti gli investitori in preda al panico e subito girato business. La lotta c'è costato caro. Certo, ora la nostra azienda fa un profitto dalla crescita economica in Russia. Ma noi non precipitare le cose per il bene di profitto.

- Press costantemente discutere su chi sostituirà in testa carica di IKEA.

- Ho già 20 anni, io non sono il capo di IKEA. Essendo il capo del gruppo - un lavoro molto difficile per più di dieci anni di eseguire duro. Quindi spero che nessuno dei miei tre figli non sarà a capo del gruppo, anche se tutti lavorano in IKEA.

- Questo non è uno di loro porterà il gruppo?

- Spesso discutere di questo. Sono convinto che i miei figli non dovrebbero andare le mie orme, perché hanno i loro problemi in IKEA, e molto interessante. Jonas ha studiato architettura, ed ora è responsabile per la progettazione e lo sviluppo del prodotto, Matthias ha portato la divisione in Danimarca, Peter controlla le finanze.

- Tuttavia, nei suoi anni 80, si continua a partecipare alle attività della società. Perché avete bisogno di questo stress?

- È uno stress positivo. 25-30 giorni all'anno visito i negozi IKEA in uno dei paesi del mondo, mi fa molto piacere. Il lavoro dovrebbe anche portare soddisfazione ai dipendenti: senza soddisfazione, il lavoro diventerà un inferno. Cerco di diffondere ovunque ciò che è positivo in un unico luogo. Ad esempio, se IKEA a Toronto, dal mio punto di vista, rappresenta i divani con maggiore successo, ne parlerò ai dipendenti di Spreitenbach.

- Grande importanza si collega al fatto che sia il personale anziano comunicare regolarmente con i clienti.

- Noi lo chiamiamo antibyurokratiey. Ogni dipendente, anche il capo dell'unità in qualsiasi paese, dovrebbe una settimana all'anno per lavorare a diretto contatto con i nostri clienti.

- E per il viaggio si acquista ancora il più economico?

- Perché no? Una volta in Germania, sono stato premiato come imprenditore dell'anno. Io, come al solito, arrivato in autobus dall'aeroporto direttamente alla cerimonia di Düsseldorf. Le guardie di sicurezza non volevano farmi entrare nella stanza.

- Grazie alla sua parsimonia, probabilmente non sarebbe diventato un cliente ideale per IKEA ...

- IKEA incoraggia anche la parsimonia. Se forniamo la garanzia 25 anni sui nostri prodotti, dobbiamo tenere presente che la sostituzione della merce all'acquirente avrà solo bisogno di un quarto di secolo.

- Mobili da IKEA può essere così a lungo?

- La mia sedia da lavoro mi serve da 32 anni. La moglie pensa di doverne acquistare uno nuovo, poiché il rivestimento è già sporco. Ma tecnicamente la sedia è come nuova.

- Hai solo mobili per la casa da IKEA?

- No, non solo. Da mia madre che ero una vecchia sedia e un bellissimo orologio. Il resto dei mobili, naturalmente, da IKEA.

Source-Advertology.ru

22.01.2007

Handelsblatt

Aggiungi un commento


Maggiori informazioni sull'argomento ...

Si consiglia di ...